BONUS RISTRUTTURAZIONI

PROROGA FINO AL 2024.

In assenza della proroga, la detrazione fiscale sarebbe scesa al 36% perche il bonus ristrutturazioni edilizia ormai è strutturale, in quanto inserito nel TUIR all'art 16 bis. 

Fino al 31 Dicembre 2024 sarà quindi possibile detrarre le spese effettuate per la ristrutturazione edilizia del proprio immobile con uno sconto IRPEF del 50% ( con la possibilita di optare per lo sconto in fattura e cessione del credito come previsto nel 2021) e un tetto massimo di spesa di € 96.000.

Si ricorda che i lavori ammessi al bonus ristrutturazione sono:

  • lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condomini (interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell'articolo 3 del Dpr 380/2001);
  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze (interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001).

I lavori di manutenzione ordinaria per cui è riconosciuto il bonus ristrutturazione sono:

  • installazione di ascensori e scale di sicurezza;
  • realizzazione e miglioramento dei servizi igienici;
  • sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso;
  • rifacimento di scale e rampe;
  • interventi finalizzati al risparmio energetico;
  • recinzione dell'area privata;
  • costruzione di scale interne.
 

Lascia un commento

Verify Code

Newsletter

Non perderti le nostre novità immobiliari. Iscriviti alla newseletter!